Home / Economia / Ecoblog.it / Coltivazione di riso OGM al vaccino: una bufala montata dalla stampa

Coltivazione di riso OGM al vaccino: una bufala montata dalla stampa

bufala italiana

Dopo aver letto il post di Nestor Carnevali che giustamente si chiedeva se il riso OGM con poteri di vaccino sarebbe stato coltivato in serra, visto il divieto che vige in Italia in merito alle coltivazioni GM in campo aperto, ho scritto alla diretta interessata di questa storia: Elisabetta Lupotto, chiedendole un intervista. Mi ha risposto dopo poche ore, quale seria scienziata è, scrivendomi:

La ringrazio del messaggio che però declino in quanto in Italia non vi è e non vi sarà autorizzazione alcuna alla coltivazione di riso GM, così come chiaramente espresso molte volte dal nostro Ministero. Università ed altri Enti di ricerca in Italia proseguono con studi di genomica e biotecnologie avanzate, dove è previsto anche l’impiego, per motivi esclusivamente di ricerca, di piante geneticamente modificate, ma questo non vuole assolutamente dire che vi sarà in Italia coltivazione di eventi di trasformazione. Questo per chiarire quanto erroneamente è stato riportato in alcuni casi a seguito del convegno sulle biotecnologie vegetali tenutosi il 26 luglio, dove nella mia relazione ho parlato delle PGM attualmente in commercio, le quali, nello specifico mais e soia, in Italia sono presenti nella composizione dei mangimi per allevamento animale, ad esempio. La coltivazione in pieno campo in Italia è esclusa. E per la ricerca la legislazione Europea è molto stringente.
spero di avere chiarito i dubbi eventualmente sorti.
Grazie per l’attenzione
Elisabetta Lupotto

Cosa è accaduto? Ve lo ricostruisco. Qualche giorno fa sui media nazionali la notizia che in Italia si sarebbe potuto coltivare riso OGM con proprietà di vaccino ha avuto grande risalto, come d’altronde sempre accade quando si scrive di tali temi. La Lupotto era uno dei relatori al convegno “Genomica e Biotecnologie applicate all’Agricoltura: quali prospettive?”, organizzato lo scorso 26 luglio dal Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (C.R.A.) in cui la dott.ssa Lupotto è direttore del Dipartimento Biologia e Produzione Vegetale. Tra gli altri a quel convegno c’erano anche Fabio Veronesi e Mario Capanna. Gli argomenti sul tavolo della discussione decisamente interessanti e importanti: coltivazione delle Piante geneticamente modificate (PGM) diffusione della biotecnologia MAS (Marker assisted selection – selezione assistita da marcatori). E in sostanza la Lupotto ha messo a conoscenza il pubblico della sperimentazione attuata in Italia in merito ad alcune piante di riso GM (hanno geni che veicolano vaccino, tipo l’esperimento sviluppato a Tokyo nel 2007) che non significa coltivazione in campo aperto di OGM. Zacchete: per qualche fantasioso giornalista ecco la notizia, in Italia si coltiverà riso OGM con poteri di vaccino.

Il ministro Romano presente al convegno ha dato in merito una riposta della serie cerchiobottista che ha ulteriormente confuso le idee ai già confusi giornalisti presenti poiché ha detto:

FAI TRADING SU CRIPTOVALUTE

www.plus500.com

Scopri le opportunità offerte dal Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash e le altre
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Dico no agli Ogm come coltivazione, perché se fossimo gli unici al mondo a soddisfare il consumatore che cerca il prodotto non Ogm i nostri spazi di mercato aumenterebbero. Sostenere la ricerca – come io ritengo debba essere – significa mettere a disposizione della produzione gli strumenti per raggiungere questo obiettivo che l’azienda Italia si vuole dare.

La dott.ssa Lupotto da scienziata, invece, ha fornito una lettura un po’ più articolata, esattamente quella che vi evidenzio in apertura. Dice cose sostanzialmente cose molte diverse e evidentemente troppo per la piatta stampa italiana che ci ha capito, o ci ha voluto capire, quel che voleva: ossia in Italia si coltiverà riso con la vaccinazione incorporata. Poi il copia incolla della dichiarazione ha fatto proseliti. Divertitevi a leggere la crestomazia dell’impossibile (Quotidianoitaliano, Corriere della sera, Ansa, blitzquotidiano, ecc. ecc. (divertitevi nella ricerca usando le parole chiave: riso, vaccino, lupotto)

I primi a drizzare le antenne e a sentire puzza di bruciato gli agricoltori della CIA che hanno apertamente scritto di bluff e i verdi VAS che forniscono anche una dettagliata spiegazione tecnica. Immediatamente hanno fatto controinformazione, spiegando che si trattava di una bufala poiché la legge italiana è molto severa in merito. Ma i big del mainstream Corriere della sera e Ansa che fanno? Tacciono, non rettificano e manco rimandano nuovi comunicati.

E a me tocca il venerdì sera scrivere il papiello per controinformare.

Foto | Flickr

Coltivazione di riso OGM al vaccino: una bufala montata dalla stampa é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 23:07 di venerdì 29 luglio 2011.



Continua la lettura dell’articolo su Ecoblog.it

Ti potrebbe interessare:

Caro Auto, mantenerle costa dai 2.000 a 5.000 euro circa l’anno

Sono alti i costi di gestione sostenuti dagli automobilisti italiani che hanno acquistato le auto più vendute in Italia. Questo l'ultimo studio SosTariffe.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.