Home / Economia / Dove Investire / Bollo sul deposito titoli

Bollo sul deposito titoli

Tutti sapevamo che il bollo sul deposito titoli sarebbe stato più elevato. Prima dell’estate 2011 era pari a 34,20 euro, ma era stato aumentato – in prima battuta dal governo Berlusconi e poi dall’esecutivo Monti. La cosa strana è che a dicembre di quest’anno, l’ammontare dell’imposta è stata molto diverso da banca a banca, a parità di condizioni. In alcuni casi la differenza ha superato i 300 euro.

Il busillis sta nei diversi tipi di rendicontazione scelti dalle varie banche, che possono essere mensili, trimestrali, semestrali o annuali – e con i quali coincide il pagamento dell’imposta. Il bollo stabilito dal ministro Tremonti secondo la logica doveva essere pagato soltanto per il periodo luglio-dicembre – ma è successo che molte banche hanno chiesto di pagare per tutto l’anno, proprio perché il loro tipo di rendicontazione era annuale.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

www.doveinvestire.com

Scarica la guida tua guida gratuita al trading e agli investimenti online.
Scarica l'ebook ed inizia a fare trading con successo!

Per dare qualche cifra, supponiamo un deposito superiore a 500.000 euro. Con rendicontazione annuale il bollo è stato 680 euro; di 17,10 euro + 340 euro = 357,10 euro nel primo e secondo semestre per la rendicontazione semestrale. Il risparmio supera dunque i 300 euro.

Dal 1° di gennaio le cose si sono stabilizzate (con la nuova imposta dello 0,1% sul controvalore degli strumenti finanziari, su base annuale e trattenuta all’atto delle comunicazioni periodiche spedite dalle banche ai clienti), ma questo cavillo ha ingiustamente penalizzato (e non poco) parecchi risparmiatori.

Continua la lettura dell’articolo su Solofinanza.it

Ti potrebbe interessare:

Investire Oggi

Questi fondi, (FCM, in inglese), offrono investimenti simili a quelle dei depositi delle banche commerciali, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.