Home / Economia / Risparmiare sul costo del credito al consumo

Risparmiare sul costo del credito al consumo

Sempre più consumatori europei, a causa di tutti i rincari del 2012, sono ormai soliti accedere, con sempre maggiore frequenza, al credito al consumo, ovverosia a tutto quell’insieme di attività finanziarie, sempre più intricato e complesso, il cui unico scopo sarebbe quello di finanziarie, soprattutto mediante rateizzazione, i consumi nonché le spese correnti sia delle famiglie che delle persone fisiche.

Proprio la complessità di codesto nascente settore della finanza, sempre più capillarmente diffuso, sarebbe finito al centro delle attenzioni di una specifica commissione, direttamente istituita dall’Unione Europea, che ne avrebbe contestato la sostanziale mancanza di trasparenza soprattutto a carico delle sempre più numerose offerte disponibili online che, al contrario di quelle sottoscrivibili in agenzia, peccherebbero di imprecisione, sommarietà, omissione di fondamentali informazioni.

NEGOZIA CON FOREX & CFD

Spread da 0,5 pips, conto protetto e Demo gratuita.
Inizia fare trading con il Boker Forex più conosciuto

Stando a quanto affermato dal Commissario Europeo per i Consumatori, figura recentemente investita del delicato compito di vigilare sulle possibili truffe online a danno dei consumatori, circa il 79% dei siti online controllati dalle autorità europee e nazionali (ovverosia ben 393 dei 562 indirizzi internet posti sotto sorveglianza) avrebbero mostrato grosse lacune, non soltanto a livello pubblicitario bensì anche di Fogli Informativi, nell’indicare, con chiarezza e precisione indiscutibili, il costo del finanziamento che, in moltissimi casi, sarebbe stato di gran lunga superiore a quanto sommariamente dichiarato.

Per risparmiare sul costo del credito al consumo e, dunque, far si che questa voce riesca a non incidere eccessivamente sul bilancio familiare annuo, consigliamo di leggere con attenzione qualsiasi informazione disponibile online, rivolgendosi alla filiale di riferimento o ad un differente istituto online o tradizionale nel caso in cui dovessero apparirci insoddisfacenti o incomplete.

Continua la lettura dell’articolo su Senza Soldi

Ti potrebbe interessare:

Come richiedere le detrazioni per il risparmio energetico

Anche nel 2012 privati e imprese che abbiano sostenuto delle spese finalizzate al risparmio energetico ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *